fbpx
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

10 regole per scegliere il centro estivo ideale

La fine dell’anno scolastico coincide spesso con l’esigenza di scegliere il giusto centro estivo per tuo figlio.

Ebbene sì, anche quest’anno la scuola è finita! …scivolando sulle troppe settimane di lockdown, impegnativo per il corpo e per la mente, e la “scoperta” della non sempre agevole didattica a distanza.
E, come ogni anno, per i nostri bambini iniziano oltre 3 mesi di vacanza e sono felicissimi di lasciarsi alle spalle compiti, orari e regole.

I genitori però sanno bene che non si può lasciare carta bianca ai figli per tutto questo tempo ed è necessario impegnare le loro giornate in modo costruttivo, seppur senza essere troppo pressanti con gli impegni e le attività.

Ecco quindi che i centri estivi possono essere un’ottima soluzione, soprattutto per i genitori che lavorano e non possono contare sull’aiuto dei nonni.

Ma come orientarsi nella scelta del centro estivo giusto?
Ecco alcuni punti di attenzione da valutare per trovare il centro estivo giusto e far trascorre a tuo figlio del tempo “di qualità”.

1. Spazio alle passioni

Parlane con lui o con lei e decidete insieme a cosa vorrebbe dedicarsi.

Esistono centri estivi specializzati su moltissime tematiche:
– naturalmente lo sport, con centri dedicati a tennis, calcio, basket ecc;
– centri specializzati per l’approfondimento delle lingue straniere, magari di carattere internazionale per apprendere non solo la didattica ma anche cultura ed abitudini di altre nazioni
– associazioni come ad esempio il WWF organizzano centri estivi all’insegna dell’ambiente, animali e natura;
– ci sono anche molti centri per passioni artistiche che spesso i bambini manifestano già in tenera età, quindi centri dedicati all’arte, alla cucina oppure alla musica.

La scelta è ampia. La vera bravura consiste nel conoscere tuo figlio ed assecondare le sue attitudini, specialmente se non sono esattamente quelle che vorresti tu.

Nel caso in cui non avesse particolari preferenze, orienta la tua scelta sui tanti centri tradizionali e generalisti disponibili.
In questo caso, fai attenzione che il centro abbia programmi articolati, dove si fa un po’ di tutto evitando la ripetitività, proprio per fare in modo che trovi sempre nuovi spunti e faccia cose diverse e divertenti.

2. Tempo di vacanza

È importante rispettare questo momento della sua vita senza sovraccaricarlo di impegni che ripropongono lo schema scolastico e dell’inverno appena trascorso.

Le sue giornate devono essere interessanti e costruttive ma anche divertenti.
Mettere al bando la noia e l’ozio non deve necessariamente significare sovraccaricarlo di attività ed organizzare ogni sua giornata nei minimi dettagli.

Non dimenticare che anche la calma e la lentezza devono avere un loro spazio perché hanno un ruolo importante nella sua crescita.

3. Vita all’aria aperta

Dopo tanti mesi di inverno, chiusi tra le mura di casa, le aule, palestre e piscine (di quest’anno poi, non parliamone nemmeno!) è molto importante scegliere un centro estivo che privilegi il tempo trascorso all’aria aperta.

Perfetti quindi tutti i giochi all’aperto, le gite e le passeggiate nei prati, nei boscchi o sulla spiaggia; va bene tutto purchè all’aperto.

Controlla comunque sempre che ci siano anche degli spazi freschi e delle grandi zone d’ombra, magari una piscina che consenta di rinfrescarsi soprattutto nelle ore più calde della giornata.

4. L’alimentazione è importante

Con vita sana si intende anche una verifica del servizio mensa e della qualità e varietà dei cibi proposti.
L’alimentazione ha un ruolo fondamentale per la nostra salute in tutti i momenti della vita, ma lo è ancor di più nella fase dello sviluppo e della crescita.

È quindi molto importante sapere cosa mangerà tuo figlio, quale menu è previsto e dove vengono cucinati i cibi, se nel centro oppure vengno forniti da un servizio catering esterno.

5. Verifica le informazioni

Controlla i  programmi del centro per vedere come vengono organizzate le giornate nel campo estivo.

Leggi tutto il materiale che trovi, sia cartaceo che online.
I social sono una fonte ricca di informazioni e puoi facilmente ascoltare pareri differenti ed opinioni di chi ha già sperimentato il campo estivo che stai considerando.
Tieni comunque presente che si tratta sempre di pareri soggettivi e che ogni notizia va valutata con attenzione e spirito critico.

6. Visita il centro

Non fermarti alle informazioni che arrivano da altri, ma tocca con mano.
Fissa un appuntamento e vai di persona a vedere la struttura.

Questo è il solo modo per verificare dettagli importanti che non si vedono in un volantino ed ai quali magari altri genitori non hanno dato peso.
Puoi verificare ad esempio:
– la dimensione degli spazi disponibili, che in fotografia potrebbero risultare differenti dal reale;
– la sicurezza delle strutture e dei materiali a disposizione dei bambini, se sono adatte a tuo figlio ed alla sua età;
– l’igiene degli ambienti, inclusi la cucina ed i bagni.

7. Parla con responsabili ed educatori

Non fermarti alla telefonata, all’email oppure alla segreteria del centro.

Chiedi di parlare con il responsabile che gestisce la struttura e con gli educatori che saranno effettivamente tutto il giorno con tuo figlio.

Cerca di capire se sono competenti, chiedi se hanno seguito corsi per attuare le manovre di emergenza e di primo soccorso, se la piscina ha un bagnino, se il rapporto tra animatori e numero di ragazzi da assistere è corretto.
Ascolta anche le tue sensazioni per capòire se sono persone affettuose ed empatiche.

8. Trasparenza dei costi

Verifica con chiarezza cosa compre la quota, che di norma è settimanale.
Per evitare fraintendimenti e situazioni poco piacevoli, chiedi subito se quali voci sono eventualmente escluse, con particolare attenzione ad esempio all mensa, all’animazione, le gite, i laboratori ed i piccoli pasti come merenda e bibite.

9. Flessibilità degli orari

È sempre opportuno sapere in anticipo se la struttura ha orari flessibili.
Potresti averne bisogno in caso di imprevisti o emergenze, ma anche semplicemente per ottimizzare l’organizzazione delle tue giornate, ad esempio utilizzando delle mezze giornate oppure escludendo i pasti.

10. Ascolta tuo figlio

L’ultimo suggerimento riporta al primo consiglio: ascoltare tuo figlio e tua figlia.
Così come hai ascoltato le sue passioni per scegliere il centro estivo, allo stesso modo chiedigli ogni giorno come si è trovato, che cosa ha fatto e quanti amici ha conosciuto; studia la sua espressione e leggi tra le righe.
Se non lo vedi felice, approfondisci le ragioni ed eventualmente cambia struttura. Potrebbe non essere quella giusta per lui.

Condividi l'articolo su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

ISCRIVITI GRATIS SU IL FARO BLU

Tanti contenuti e strumenti utili a compiere i passi necessari per organizzare una Festa insuperabile per tuo figlio o tua figlia.

– trova i migliori fornitori
– crea una checklist delle cose da fare
– crea la lista degli invitati e chiedi conferma tramite whatsapp e facebook
– crea e condividi la lista dei regali

Tanti strumenti Gratuiti per organizzare la Festa di tuo figlio o figlia!

ACCEDI GRATIS alla

Raccolta di Grafiche Inviti

per feste di compleanno, prima comunione, cresima, battesimo e altro...

ACCEDI GRATIS alla

Raccolta di Grafiche Inviti

ACCEDI GRATIS alla

Raccolta di Grafiche Inviti